CONVERSATION

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23

issue #34: (De)construction

Questa conversazione tra Marco Magalini, Editor-in-chief di Caleido, e il duo franco-austriaco, Célia Picard & Hannes Schreckensberger, racconta le opere di questi due designer che si basano sull’indagine del nostro mondo materiale, sulle promesse della modernità e sulle mitologie collettive, e costituiscono un collegamento tra le questioni dell’architettura e quelle dell’arte contemporanea. Marco Magalini li ha incontrati durante la Vienna Design Week mentre presentavano la loro installazione GRANDE PAILLE. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
1. Potete parlarci del vostro background e di ciò che vi ha ispirato a diventare designer?

Entrambi abbiamo studiato architettura. Ognuno in una città diversa e in un’università diversa. Hannes ha studiato a Vienna e a Parigi ed è stato fortemente influenzato dalla lunga tradizione di architettura e design di Vienna. Célia ha studiato architettura a Montpellier, nel sud della Francia, e a Rotterdam. Questi diversi contesti culturali ci hanno influenzato molto. Insieme abbiamo deciso di non fare architettura ma di dedicarci al design. Ci sono molti parallelismi tra le discipline, ma la scala dell’oggetto ci è sembrata ideale per lavorare in modo sperimentale e creare oggetti per conto nostro.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Célia Picard
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
2. Qual è il progetto preferito a cui avete lavorato insieme e cosa lo ha reso speciale?

“Forces” è sicuramente il nostro progetto del momento, in cui amiamo mettere tutta la nostra energia. Tre anni fa abbiamo iniziato a progettare arazzi di grande formato con lana di pecora fusa a mano. Da allora sono stati creati nuovi arazzi in diversi contesti. Ciò che troviamo entusiasmante in questo progetto è che ci riforniamo di lana grezza direttamente dagli allevatori di pecore e le sottoponiamo a un lungo processo manuale di pulizia, lavaggio e cardatura della lana grezza stessa. Questa prima fase della produzione ci porta a grandi incontri con persone diverse. Per esempio, in Grecia, sull’isola di Sifnos, abbiamo incontrato un allevatore di pecore che ci ha mostrato aree agricole remote dell’isola. Ma abbiamo anche scoperto nella nostra città natale, Montpellier, in Francia, che c’è un gregge di pecore che falcia un parco naturale. Lo scambio personale con il pastore sulle pecore e sull’ecologia è stato estremamente stimolante per noi.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
3. Quali sono i principi chiave o le filosofie che guidano il vostro lavoro di progettazione?

Nella nostra pratica di design, all’inizio di un progetto esaminiamo sempre il contesto culturale, storico e materiale in cui si colloca il progetto. Questo ci porta a scoprire aspetti per lo più sconosciuti di un materiale, storie locali o mitologie collettive. Queste circostanze guidano poi il processo di sviluppo del progetto. Ci piace anche realizzare personalmente i nostri progetti. Con questo approccio impariamo molto su un materiale e su una tecnologia di produzione. Ci permette anche di apportare modifiche con breve preavviso nel processo di sviluppo, se necessario. Di solito abbiamo un’idea fissa del risultato, ma lasciamo spazio all’imprevisto fino alla fine.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
4. Per quanto riguarda il progetto che avete sviluppato per la @ViennaDesignWeek, potete descrivere il vostro processo creativo, dall’ideazione alla realizzazione?

Il progetto “Grande Paille” è nato da un’intensa collaborazione con la giovane creatrice di cappelli Eva Siebert @biester_hutmode. Lei gestisce il laboratorio artigianale Biester nel secondo distretto di Vienna. Abbiamo avuto un periodo di tempo relativamente breve per realizzare questo progetto Passionswege per la @ViennaDesignWeek di quest’anno. In questo format, i designer vengono riuniti con le imprese artigianali viennesi per sviluppare un progetto non commerciale utilizzando le loro tecniche artigianali e i loro materiali. All’inizio abbiamo osservato tutte le sfaccettature della tecnica artigianale di un cappellaio per comprenderla e trovare un punto di partenza per un progetto. Abbiamo iniziato a esaminare tutti i materiali utilizzati da Eva Siebert @biester_hutmode. Oltre al pregiato feltro di lana di coniglio, ai vari tessuti, ai lavori in vimini e alle pellicce artificiali, l’artista utilizza anche le trecce di paglia per creare le capanne. Questo materiale ci ha affascinato fin dall’inizio. A prima vista è un materiale poco spettacolare. Ma a un esame più attento si scopre che queste trecce sono elaborate con fibre naturali e che in teoria potrebbero essere lunghe all’infinito. Si tratta di un materiale con cui vengono solitamente realizzate le capanne tradizionali per proteggersi dai raggi del sole. Questo materiale ha un carattere molto mediterraneo e in realtà non è viennese al 100%. Abbiamo trovato stimolante questa ambiguità. Volevamo utilizzare queste trecce di paglia molto sottili per creare qualcosa di grande, leggero, mobile e nomade, proprio come un cappello. Un’altra idea era quella di progettare un oggetto che a prima vista non fosse tridimensionale, per creare un contrasto con le capanne. Tuttavia, riteniamo che sia importante non far apparire l’oggetto piatto. È così che abbiamo sviluppato e introdotto l’elemento di design delle asole. Inoltre, in collaborazione con Eva Siebert @biester_hutmode, abbiamo sviluppato un nuovo meccanismo per unire i bordi di paglia in modo da dare alla superficie un certo rilievo. Quando abbiamo deciso di creare delle grandi tappezzerie, è apparso subito chiaro che sarebbe stato necessario imparare la tecnica di cucitura dei bordi di paglia per realizzare la quantità di lavoro nel poco tempo a disposizione. In tre abbiamo lavorato per tre giorni per tingere a mano le trecce di paglia e cucirle con una macchina da cucire speciale di 100 anni fa e due macchine da cucire tradizionali. È stato faticoso, ma soprattutto una collaborazione molto bella.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Grande Paille | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Grande Paille | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Grande Paille | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Grande Paille | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Grande Paille | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
5. Come vi mantenete aggiornati sulle ultime tendenze e tecnologie del design?

La nostra pratica lavorativa è guidata dalla costante ricerca di nuovi materiali con cui non abbiamo mai lavorato prima. Si tratta per lo più di materiali tradizionali, che guardiamo con occhio sereno. Ma la maggior parte dei materiali e delle tecniche artigianali ci arrivano per caso. Facciamo molte residenze d’artista in giro per l’Europa, e anche oltre, per avviare nuovi progetti. È un modo perfetto per rimanere aggiornati e aperti a nuove idee.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces | Ph. Célia Picard & Hannes Schreckensberger
6. Ci sono artisti o designer specifici che hanno influenzato il vostro lavoro? Inizieremo a seguirli su Instagram.

Non siamo influenzati da nessun designer o artista in particolare. Certo, ci sono vecchi maestri del design, soprattutto italiani, che ci influenzano. È più la loro attitudine a creare oggetti e non necessariamente per una questione formale che ci interessa. Ci piace essere influenzati inconsciamente. Visitiamo mostre d’arte contemporanea ma anche muse etnografiche e popolari. Gli oggetti Vernacolari ma anche quelli della Wiener Werkstätte @diewienerwerkstatte sono fonti per noi. È improbabile che si trovino su Instagram.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
La Mia Casa Azul - Oxilia Gallery, Milan | Ph. T-SPACE studio
7. Ci sono materiali o tecniche che vi piacciono particolarmente nei vostri progetti?

Per noi la lana di pecora è un materiale molto speciale. È un materiale molto piacevole da lavorare. Il materiale ci permette di produrre arazzi foderati a mano senza grandi sforzi tecnici e senza essere vincolati alla forma limitata di un telaio. Il fatto che la lana di pecora in Europa sia principalmente un prodotto di scarto inutilizzato della produzione di latte e carne ci spinge a lavorare con questo grande materiale, che ha un enorme potenziale. In futuro vorremmo lavorare di più con la lana di pecora di diverse razze provenienti da tutta Europa. Ogni regione ha le proprie razze di pecore, che si adattano al clima e al paesaggio locale.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Forces - fabrication process | Ph. Guillaume Robert
8. A titolo personale, cosa le piace fare nel tempo libero quando non lavora ai progetti?

Per noi è difficile separare il lavoro dal tempo libero. Molte delle nostre attività sono in qualche modo sempre collegate alla nostra professione. Tuttavia, è molto equilibrato. Non siamo un caso isolato, vero?

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
La Mia Casa Azul - Oxilia Gallery, Milan | Ph. T-SPACE studio
9. Avete una città o un luogo preferito che trovate particolarmente stimolante per il vostro lavoro?

Nella primavera del 2022 siamo stati ad Atene per tre mesi per una residenza d’artista. È una città eccitante con una scena artistica dinamica e giovane. È stato un contesto estremamente stimolante per sviluppare il nostro progetto “Under The Seven Planets Parade”. Ma oltre alle città amiamo lavorare anche nelle zone rurali, lontano dalle metropoli. Sono soprattutto le aree periferiche che ci interessano. In esse si possono scoprire infinite cose stimolanti e inaspettate.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
POSSIBLE TOOLS | Ph. Brice Pelleschi
10. Qual è un oggetto della vostra casa a cui non rinuncereste mai? Qual è il ricordo legato ad esso? Ci mandereste una foto scattata da voi?

Collezioniamo molti tipi di oggetti diversi che di solito troviamo nei mercatini dell’usato. Li usiamo e diamo loro una nuova vita. Per esempio, stiamo utilizzando una caraffa per l’acqua del produttore austriaco di ceramiche tradizionali Gmundner Keramik @gmundner.keramik. Si tratta di una manifattura con una lunga storia e un motivo iconico di linee verdi applicate a mano. Ancora oggi è possibile trovare queste ceramiche in molte case delle zone rurali dell’Austria. Questa caraffa per acqua essenziale, progettata da un designer anonimo, ha qualcosa di molto moderno e allo stesso tempo quasi kitsch. Questa ambiguità formale ci sembra molto interessante.

Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Célia Picard & Hannes Schreckensberger

Tutte le immagini sono tratte dal profilo Instagram dell’intervistato, e rappresentano una parte integrante dello storytelling editoriale dell’intervista. Consultare il profilo Instagram dell’intervistato per visionare i crediti completi.

altri contenuti di questa issue:
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23
Caleido intervista Célia Picard & Hannes Schreckensberger durante la VDW23

No products in the cart.