CONVERSATION

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23

issue #34: (de)construction

Questa conversazione tra Marco Magalini, Editor-in-chief di Caleido, e Barbara Gollackner, dell’omonimo design studio a Salisburgo, approfondisce la passione della designer per il lavoro concettuale, intersecando diverse discipline. Marco Magalini l’ha incontrata durante Vienna Design Week 2023, in occasione della presentazione della sua collezione R.I.B. – REST IN BEAUTY, nove oggetti che sono prodotti da diverse combinazioni di scarti, tutti provenienti dai magazzini di aziende artigianali. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
Ph. Kathrin Gollackner
1. Può raccontare un momento cruciale della sua vita che l’ha ispirata a intraprendere la carriera del design?

Mi piacerebbe, ma non c’è stato un momento unico, è stato più un percorso costante. Vengo da una famiglia di artigiani e artisti, quindi sono cresciuta in un laboratorio di legname e guardando mio nonno dipingere. Ho frequentato una scuola di design tessile e poi un’università di design del prodotto: se ci si pensa bene, sembra molto logico che io sia finita a fare la designer, che è in qualche modo una simbiosi tra arte e artigianato.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
2. Il suo lavoro spesso fonde diverse discipline del design. Come riesce a trovare l’armonia nell’intersezione di questi campi?

Credo che l’armonia nasca naturalmente perché la vita è una combinazione di discipline diverse. In qualche modo l’intersezione avviene naturalmente grazie a tutte le cose che ci interessano nella vita. Quando facciamo una “cena di design”, per esempio, la cucina e il design hanno aspetti molto simili e quindi è bene domandarsi: come possiamo rendere le persone felici ed entusiaste di ciò che facciamo? Come possiamo sorprenderle? Come possiamo rendere il nostro lavoro funzionale ed estetico? Come possiamo affrontare l’aspetto della sostenibilità o dei rifiuti?

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
3. Può descrivere il suo processo creativo, dall’ideazione al completamento? Ci sono rituali insoliti o fonti di ispirazione?

Comincio sempre con una tazza di caffè e scarabocchi sul mio album da disegno. Non sono una grande illustratrice, ma fare schizzi e scarabocchi porta la mia mente in modalità lavoro e le idee iniziano a fluire. Per quanto riguarda l’ispirazione, si tratta di una cosa molto particolare: non sono mai sicura della sua provenienza e questo mi spaventa un po’, ma credo che ciò che mi ispira di più siano le cose di tutti i giorni: l’ombra sul muro, il modo in cui qualcuno è vestito, un’immagine storica che ho visto da qualche parte… E poi, dato che lavoro per lo piu’ su commissione, c’è sempre un compito e un briefing, esigenze particolari e desideri che devo scoprire. E tutto ciò si traduce in 2 o 3 varianti di design che discuto con i miei clienti e poi mi porta a scegliere la proposta migliore.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
4. Come vede il futuro del design nei prossimi anni?

Credo che il design avrà nuove responsabilità, prima fra tutte quella di affrontare il tema della sostenibilità e dei modi per salvare il nostro pianeta. Si evolverà dalla creazione di nuovi oggetti luccicanti all’affrontare i temi di oggi. È quello che mi auspico. Questo porterà le persone ad abbandonare il consumo di massa e ad acquistare oggetti di valore e di alta qualità da conservare per anni.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
5. Il design si interseca spesso con la tecnologia. Come accoglie i progressi tecnologici nel suo lavoro?

Cerco di essere al passo con i tempi e di utilizzare tutto ciò che mi sembra giusto nella mia routine lavorativa, come la stampa 3D o anche i software di intelligenza artificiale. Una delle cose che amo di più del mio lavoro è proprio quella di conoscere e utilizzare tecnologie diverse all’interno di ogni progetto, grazie alla diversità dei clienti con cui mi interfaccio.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
6. Il concetto di “la forma segue la funzione” è un principio di design. Come riesce a bilanciare funzionalità ed estetica nei suoi progetti?

Innanzitutto, “la forma segue la funzione” è una citazione un po’ lontana dal mio modo di pensare, forse il principio di design più frainteso. Per me la funzionalità e l’estetica sono entrambe ugualmente importanti: un progetto bello ma non funzionante è ugualmente sbagliato rispetto a un oggetto perfettamente funzionante ma mal progettato. In qualità di designer, è necessario far funzionare entrambi gli aspetti.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
7. Può condividere il suo pensiero sul ruolo del design nell’affrontare le sfide sociali, come l’urbanizzazione o la povertà?

Penso che il design abbia sempre avuto, e abbia tuttora, una responsabilità sociale e sia in grado di apportare cambiamenti, a volte piccoli, a volte più grandi, al mondo. Basti pensare ai progetti dei designer per migliorare la qualità degli spazi pubblici, agli strumenti per filtrare l’acqua, agli arredi con prezzi accessibili, ai dispositivi solari in aree non elettrificate… Potrei pensarne altre migliaia. A volte si tratta solo di un input per far riflettere le persone su certi argomenti, il che è altrettanto importante.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
8. Quali consigli darebbe agli aspiranti designer che vogliono lasciare il segno nel settore?

Non mi sento nella posizione di dare consigli… A volte mi sento più come se avessi bisogno di consigli io stessa.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
9. In un mondo sempre più incentrato sulle esperienze digitali, come vede il futuro degli oggetti e degli spazi di design fisico?

Può sembrare un po’ banale, ma credo che più tempo si passa nel mondo digitale, più diventa importante che il proprio mondo fisico sia attraente e soddisfacente. Dal momento che c’è così tanta materia digitale che circola, aumenterà il valore e l’importanza degli oggetti, degli arredi e degli spazi reali, fisici.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
@studiobarbaragollackner
10. Qual è un oggetto della sua casa al quale non rinuncerebbe mai? Qual è il ricordo legato ad esso? Ci manda una foto scattata da lei?

Uno dei tanti oggetti della mia casa che amo molto è il mio tavolo da pranzo. Mio padre ha ricavato il piano del tavolo da un vecchio albero di noce che io ho assemblato con gambe a forcina. Anche se è un po’ rustico rispetto agli altri miei interni, accompagna me e la mia famiglia da più di 10 anni. Abbiamo fatto tante cene di famiglia, feste e chiacchierate intorno a quel tavolo: non ci rinuncerei mai.

Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23

Diario di @studiobarbaragollackner
Segui @caleidodiary.eu su Instagram

Tutte le immagini sono tratte dal profilo Instagram dell’intervistato, e rappresentano una parte integrante dello storytelling editoriale dell’intervista. Consultare il profilo Instagram dell’intervistato per visionare i crediti completi.

altri contenuti di questa issue:
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23
Caleido intervista Barbara Gollackner durante la VDW23

No products in the cart.