CONVERSATION

Enrico Carlo de Finis

Il Diario di Enrico Carlo de Finis, talent manager e Global Managing Director di BOLD Management, agenzia di comunicazione, media e stampa. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter

Diario di: @enricodefinis

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @andreafaccio
1. In BOLD Management lei si occupa di talent management, ovvero di creare e rappresentare una rete di influencer al “servizio” dei brand, per la realizzazione di loro progetti digitali. Quali sono i macro-trend di questo lavoro?

Il mondo degli influencer, e a ruota il mondo del management, è cambiato e si è evoluto molto negli ultimi anni. Ad oggi sicuramente i macro trend sono due. Il primo riguarda i canali: i Reel e TikTok in primis – e quindi la comunicazione attraverso i video; il secondo invece le performance: le statistiche hanno un ruolo sempre più decisivo nella scelta degli Influencer per le campagne.

Enrico Carlo de Finis
@bold_management x @vogueitalia
2. Un asset fondamentale della sua agenzia è la costruzione di un portfolio di talent ampio e variegato. Come avviene la ricerca e la selezione di questi profili? Oltre a rispondere alle esigenze dei brand, c’è anche una attività di trend creation?

Assolutamente si. Oggi un Talent Manager, che riceve brief da brand tutti i giorni, conosce bene quali sono le necessità del mercato e da qui risulta facile porsi delle domande come “Cosa manca? Cosa potrebbe piacere?”. E da queste risposte nasce cosi la ricerca e la promozione di nuovi profili. Alcuni funzionano, altri no, ma da BOLD tentiamo sempre.

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @eleonoracarisi
3. Lei è molto attivo sui social media, immagino senza troppi confini tra personale/professionale. Quali sono dei profili su Instagram che la ispirano, così iniziamo a seguirli?

In realtà per quanto possa sembrare anacronistico, io riporto sui social semplicemente il mio essere estremamente socievole per cui seguo solo persone che conosco e di cui sono amico. Non seguo brand di moda o super-celeb. La mia passione per i social viene appunto dal mio voler essere in contatto con i miei amici e dal mio essere irrefrenabilmente curioso. Ah, ho una passione per i profili sulla Puglia.

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
4. L’influencer marketing per i brand è diventato un “canale” fondamentale per veicolare il proprio messaggio e raggiungere un target ampio e interessato. Quali sono gli ingredienti che creano un match perfetto tra brand e talent, e viceversa?

A mio avviso qualsiasi utente IG (che si può definire Influencer o meno) è un potenziale giusto ingrediente a seconda del goal del brand.  Il contenuto ricercato, i micro influencer, i reel, etc ogni elemento di questi può essere l’ingrediente perfetto…

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @mrmatteobaldi Matteo Baldi CEO Bold Management
5. Questa issue parla di plural beauties, ovvero delle differenti forme di bellezza oltre gli stereotipi. Nelle richieste di talent fatte dai brand, constata una maggiore inclusività estetica? Ce ne parla?

La richiesta è sempre più alta per fortuna. Se sulle riviste patinate e sulle passerelle il processo di inclusivity e diversity è stato più lento, sui social (che nascono da circa dieci anni) il processo è stato molto più veloce. Noi siamo molto felici di portare a casa dei risultati in un mondo dove la bellezza può esser vista in qualsiasi volto, qualsiasi religione, sesso, ecc. Io credo che oggi non ci sia più spazio per le polemiche su questi temi. Siamo in un mondo dove tutti i brand possono lavorare con tutti i tipi di influencer e dovremmo solo essere felici di questo. O perlomeno a me piace pensarla così…

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
6. Qual è una richiesta/esperienza/vicenda, in questo senso, che l’ha piacevolmente colpita?

Di esperienze ne ho vissute tantissime. Quello che oggi mi colpisce e che mi affascina è la voglia di entrare sempre di più nel mondo di un talent. Ad esempio, sono sempre più numerosi i progetti che mettono in primo piano la storia del talent e la sua visione, anziché il prodotto di per sè. C’è sempre più voglia di mettere in gioco una componente personale e caratteriale.

Enrico Carlo de Finis
@bold_management @enricodefinis @meglovess @marapoletti @ginevramavilla @marcellamarcelletti @felipecordeiro
Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @fwrd
7. “Volando” alto, che cosa significa per lei “bellezza”?

Bellezza significa tutto. Sembrerò un po’ cheesy ma non c’è frase più vera: “la bellezza è negli occhi di chi la guarda”.

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @carodaur
Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
8. Grazie anche alla partnership con Ykone operate in molti settori. Qual è un ambito ancora inesplorato nel quale crede ci sarebbe spazio per l’influencer marketing?

Sarebbe bello poter ampliare il ruolo degli influencer nel mondo del design e dell’arte.

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @jaiperdumaveste @lindatol_ @mrmatteobaldi
Enrico Carlo de Finis
@sadiqdesh
9. Quali sono 3 pezzi musicali che raccontano il momento della vita nel quale si trova? Se dovesse cambiar loro titolo, quale diventerebbe?

“Bravi Ragazzi”, Miguel Bose diventerebbe “Tra cielo e asfalto”

“Sea, Sex And Sun”, Serge Gainsbourg diventerebbe “Tutto quello che vorrei”

“Pendant quel es champs brulent”, Niagara diventerebbe “Odi et Amo”

Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis @cristinamusacchio @paolofaccio
Enrico Carlo de Finis
@enricodefinis
10. Qual è un oggetto della sua casa al quale non rinuncerebbe mai? Qual è il ricordo legato ad esso? Ci manda una foto scattata da lei?

Un posacenere che mi è stato regalato da una persona speciale in un momento speciale.

@enricodefinis
@enricodefinis

No products in the cart.