CONVERSATION

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice

Caleido intervista Camilla Baresani, scrittrice. Benvenuti in Caleido, diario d’ispirazione che contiene molte storie: di persone creative, di tendenze, di viaggi, di oggetti. / Leggi qui l’Editor’s letter

 

Diario di: @camillabaresani

caleidodiary_intervista_camillabaresani_21
@camillabaresani
1. Nel corso della sua vita, ha ridisegnato il suo percorso diventando una scrittrice. Indagando nelle vite di così tante persone, quali crede siano le cose che più forte motivano le persone al cambiamento? E quelle che invece lo ostacolano?

I cambiamenti sono un misto di caso e volontà. Credo più alle occasioni che alle costruzioni. Certo, le occasioni bisogna saperle cogliere, o andarle a cercare. La narrativa, che racconta soprattutto i cambiamenti (non necessariamente positivi) nella vita delle persone, rappresenta sempre gli snodi, spesso casuali, che imprimono le svolte esistenziali.

caleidodiary_intervista_camillabaresani_10
@camillabaresani
2. Nelle sue opere lei parla di relazioni fisiche: d’amore, di carne, di gelosia. Quali crede siano le sfide più forti che la società contemporanea, sempre più digitale, sta ponendo alle relazioni tra le persone?

Certamente è importante non abbandonare le persone in pasto ai computer e ai telefoni. Soprattutto con i bambini e i ragazzi c’è bisogno un’educazione che impedisca loro di farsi risucchiare dalla non-vita digitale, mostrando la gioiosa alternativa della vita concreta, fatta di parole pronunziate, di voci, di pelle, di odori.

caleidodiary_intervista_camillabaresani_4
@camillabaresani
Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
3. Troppo spesso la gelosia si trasforma in rabbia, sfociando poi anche in crimini efferati. Molti dei quali contro le donne. Che cosa ha capito della gelosia? La gelosia ha un sesso o un colore?

Anche i cani sono gelosi. La gelosia è naturale, spontanea, ovvia. È un sentimento comprensibile, che a volte assume forme che ci rendono noiosi e ridicoli, e svela le nostre insicurezze. Il problema sociale non è la gelosia, ma la violenza, la falsità, l’ossessività.

caleidodiary_intervista_camillabaresani_1
@camillabaresani
4. Una delle evoluzioni più attuali nella società contemporanea riguarda la famiglia: in che modo crede che essa stia evolvendo? Da “famiglia tradizionale” verso quale aggettivo ci stiamo spostando? Quali sono i cambiamenti più interessanti che denota?

La famiglia è esplosa, si è complicata in una tendenza inarrestabile. Era fondata sul ruolo sottomesso della donna, sull’ipocrisia, sulla repressione della sessualità in qualsiasi sua manifestazione di genere. Le nuove famiglie sono più fragili, sono una continua reinvenzione. Ma non c’è da preoccuparsi. L’importante è che continui a esistere l’amore, la cura, la rete degli affetti.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice

@camillabaresani

5. Molte persone note si stanno esponendo per condurre delle campagne dal forte impatto sociale, soprattutto in tema di diritti/inclusività e ambientalismo. Ci sono delle battaglie alle quali tiene particolarmente?

Tengo a tutte le battaglie che cercano di proteggere l’ambiente, che tentano di proteggerci dalle malattie dovute all’inquinamento, che si industriano a liberarci dai pregiudizi.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
6. Lei spesso scrive di cibo, e di persone che lavorano nell’ambito del food. Intervistando i migliori cuochi italiani, quali sono gli aspetti che l’hanno maggiormente incuriosita?

È un lavoro, quello del ristorante, straordinariamente faticoso e complesso. Ottimi cuochi sono pessimi ristoratori e viceversa. Non basta saper cucinare, bisogna saper creare atmosfere attraenti, saper scegliere il personale e saperlo guidare, bisogna avere un piano economico. La tenacia, la creatività, la capacità imprenditoriale e quella di promuoversi devono sommarsi. Una combinazione rara.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice

Ph. @massimo_sestini

7. È una persona abitudinaria? Ci parla di una routine che la fa stare bene?

Amo l’ordine. L’unica cosa in cui sono ripetitiva. Su tutto il resto non ho orari né abitudini particolari. Né per i pasti né per il sonno.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
8. Nella costruzione dei suoi personaggi, da dove trae spunto? C’è un metodo costante che applica? Qual è un personaggio inedito, al quale sta attualmente lavorando, che la ispira maggiormente?

Sono un’osservatrice. Ogni tanto i modi di una persona, le cose che dice, che soffre, che sogna, mi fanno pensare che potrebbero essere adatte come caratteristiche di un personaggio da romanzo. Da lì, da un protagonista di cui voglio approfondire le motivazioni, parte la costruzione di una trama.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
9. Caleido nasce come diario. Lei ha un suo diario? Che cosa ci annota? Lo rilegge spesso?

Ho un diario, che compilo saltuariamente. Fatti, emozioni, citazioni di letture in corso. Non lo rileggo mai.

Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
Caleido intervista Camilla Baresani scrittrice
@camillabaresani
10. Qual è un oggetto della sua casa al quale non rinuncerebbe mai? Qual è il ricordo legato ad esso?

Ho constatato che gli oggetti perduti o rotti o che ci sono stati rubati si dimenticano. Tengo alle persone che amo, e sono parecchie. A quelle sì non so rinunciare.

No products in the cart.