Non categorizzato

issue #38: Superpowerful objects

Collezione Caleido nasce con la volontà di raccontare il Made in Italy. Abbiamo selezionato degli artigiani su tutto il territorio italiano che fanno dell’eccellenza manifatturiera e culturale la loro forza, e chiesto loro di produrre gli oggetti della Collezione Caleido. Approfondisci >

Il primo oggetto è Muse: una serie di salvadanai in ceramica dalla forte estetica design. Muse come musine, espressione veneta per chiamare i salvadanai ma anche come le figure di donna che sono da sempre fonte dell’ispirazione poetica. Approfondisci >

Nel 2011 Manuel Barbieri e Marco Magalini iniziano a collaborare fondando un magazine online rivolto al mondo del design e della moda. Una piattaforma di dialogo e ricerca, nel quale trovavano spazio le grandi aziende, i produttori indipendenti e i giovani brand.

Arcadia, Volumia, Elisia e Triplia sono i nomi dei 4 disegni: delle composizioni di volumi geometrici “fantastici”

nome cognome
MPalaProspettiveFantastiche-14

I am text block.

1. Ha fondato Wariboko, che si definisce “una agenzia di management di artisti afro-discendenti”. Le confesso che, alla prima lettura, mi sono lasciato convincere senza incertezze. Ma alla seconda mi sono ripromesso di chiederLe: perché ha sentito l’esigenza di definire un criterio di origine su base etnica? La parola etnica è politically correct (il mio retaggio di studi Diplomatici mi impone una certa cautela lessicale)?

Ho sentito l’esigenza di definire un criterio di origine su base etnica, perché in Italia le persone nere non sono rappresentate abbastanza. Il 2020 si è dimostrato un anno rivoluzionario per tutti quanti: abbiamo messo in discussione il nostro modo di vivere e le nostre emozioni. Rappresentare una diversità culturale ed etnica è una grossa sfida. E’ intrinseco il ruolo di educazione alla diversità.

1. Ha fondato Wariboko, che si definisce “una agenzia di management di artisti afro-discendenti”. Le confesso che, alla prima lettura, mi sono lasciato convincere senza incertezze. Ma alla seconda mi sono ripromesso di chiederLe: perché ha sentito l’esigenza di definire un criterio di origine su base etnica? La parola etnica è politically correct (il mio retaggio di studi Diplomatici mi impone una certa cautela lessicale)?

Ho sentito l’esigenza di definire un criterio di origine su base etnica, perché in Italia le persone nere non sono rappresentate abbastanza. Il 2020 si è dimostrato un anno rivoluzionario per tutti quanti: abbiamo messo in discussione il nostro modo di vivere e le nostre emozioni. Rappresentare una diversità culturale ed etnica è una grossa sfida. E’ intrinseco il ruolo di educazione alla diversità.

 

No products in the cart.